#insiemeRIPARTIAMO

Si è tenuta la conferenza stampa del teatro saronnese Giuditta Pasta in occasione della presentazione del nuovo Consiglio di Amministrazione e della ripartenza del teatro nella fase2.

L’emergenza COVID-19 e il conseguente lockdown hanno profondamente segnato la nostra società e, in particolare, il mondo della cultura e dello spettacolo.

In occasione della ripartenza, il Giuditta Pasta ha indetto una conferenza stampa aperta non solo alle testate giornalistiche e al mondo dell’informazione, ma a tutto l’affezionato pubblico saronnese che, finalmente dopo mesi di assenza, ripopola la platea

Innanzitutto, si è voluto presentare il nuovo CdA, che quest’anno si è rinnovati e accoglie nuovi volti. A presiedere è riconfermato il Presidente della Fondazione Culturale Giuditta Pasta Oscar Masciadri, che guida il team del teatro ormai da due anni.

Primo nuovo ingresso nella squadra è Valeria Vanossi, legnanese e con diversi anni alle spalle nel settore della moda, organizzazione di eventi e molto attiva nel mondo del volontariato con l’associazione “Il Sole nel Cuore” ONLUS. Vanossi ha voluto nello specifico introdurre alcune novità previste per la stagione 2020/2021, come le competizioni canore “Una Voce per Sanremo” e “Baby voice”, che vedrà come protagonisti i più piccoli. Una rinnovata attenzione, quindi, per il mondo della musica, molto a cuore al Giuditta Pasta, che già lo vedeva protagonista di iniziative come il Concorso Internazionale di Canto Lirico.

A seguire, è il turno del più giovane membro del CdA, Riccardo Ricchetti. Classe 1998, studente di giurisprudenza presso l’Università Cattolica di Milano e già attivo da qualche anno nell’organico del teatro. Con la freschezza dei suoi 21 anni, Ricchetti vuole apportare il suo contributo con un apporto puramente giuridico-tecnico e del tutto apolitico. Termina la presentazione con una citazione del grande Orazio: “Mi piegherò, ma non mi spezzerò” Nonostante la barca non stia navigando in buone acque, noi non ci piegheremo alle difficoltà e non ci fermeremo, afferma.

Al tavolo, inoltre, prende la parola Enrico Cantù, amministratore unico della Enrico Cantù Assicurazioni srl, già main partner del Giuditta Pasta per l’anno 2019/2020. Cantù si riconferma main sponsor del teatro e vuole riaffermare il suo appoggio alla fondazione, soprattutto in questo momento di difficoltà per il teatro.

Nonostante l’emergenza da Corona Virus ci abbia messo in ginocchio, anzi le ginocchia ormai non le abbiamo più, afferma sarcasticamente Masciadri, la voglia di ricominciare c’è ed è davvero tanta.

Sono molto contento delle scelte fatte per i membri di questo CdA, che ritengo un Consiglio “operativo”, dove il mantra è “lavorare e non fermarsi per la ripartenza”.

Sebbene non sappiamo ancora con certezza quando riapriremo come prima, continua il Presidente, noi ripartiremo con diversi eventi ed iniziative, volte ad affermare il teatro come centro “culturale” per la città di Saronno. Anche se ancora in fase di definizione, Masciadri ha accennato ad eventi e spettacoli in scala ridotta, possibilmente all’aperto, che vedranno protagoniste serate dal sapore più squisitamente culturale, come ad esempio letture di poesie o monologhi. Inoltre, aggiunge, stiamo organizzando un importante evento di raccolta fondi con il grande comico Claudio Bisio. Si tratterà di una serata esclusiva, ad inviti, aperta a coloro che possano aiutarci a concretizzare i nostri progetti di riapertura, di sviluppo e accessibilità culturale.

Nel frattempo, partiranno degli eventi all’aperto già per il mese di luglio. Quattro serate ospitate dal Giardino di Casa Morandi, che è stato possibile recuperare dal precedente palinsesto. La rassegna estiva vedrà protagonisti diversi artisti: Fabio Treves nel concerto 70 in Blues (10 luglio); Laura Negretti in Barbablù, dalla rassegna del teatro civile (17 luglio); ancora musica con Mario Mariotti in PARIS BLUES (24 luglio) ed in chiusura Antonio Ornano in Non C’è Mai Pace Tra gli Ulivi, un divertentissimo stand up comedy (31 luglio).

Inoltre, sebbene molti degli spettacoli in programma per la stagione 2019/2020 sono stati cancellati, il Teatro si impegnerà al fine di riprogrammarli in aggiunta alla nuova stagione, per permettere a chi aveva già acquistato il biglietto di poter partecipare allo spettacolo, ribadisce Masciadri.

A chiusura della conferenza, ha preso parola il Sindaco Alessandro Fagioli, che ha voluto riconsolidare la vicinanza dell’Amministrazione Comunale alla Fondazione del Teatro Giuditta Pasta e del mondo della cultura saronnese. Il lockdown ha duramente colpito diversi settori dell’economia cittadina, dal mondo dello sport a quello della ristorazione, ha espresso il Sindaco, ma il Comune è più attivo che mai per ripartire con varie iniziative ed essere vicino ai propri cittadini.

In questa parziale rinnovata libertà della fase 2, anche noi non vediamo l’ora di ripartire e di poterci godere, finalmente, la gioia dello spettacolo dal vivo!

Melissa Gifuni

Foto a cura di Sergio Banfi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *