Articoli

MOSTRA di illustrazioni di Francesco pirini, READING TEATRALIZZATO E APERITIVO CON L’AUTORE.

Sabato 18 gennaio | ore 17.30
Foyer del Teatro Giuditta Pasta – Via I° Maggio, Saronno

L’Associazione Culturale Helianto in collaborazione con il Teatro Giuditta Pasta di Saronno propone una mostra di illustrazioni del giovane artista saronnese Francesco Pirini accompagnata da un reading di presentazione del suo progetto a cura di Simone Giarratana, Chiara Angaroni e Antonio Siciliani. Continua a leggere

Eventi

LO SPETTACOLO DELLA NATURA
Una mostra curata da Sabrina Romanò

Il progetto Art Foyer che vede in collaborazione il Teatro Giuditta Pasta, l’Associazione Helianto e Artigianarte propone una serie di inziative volte a promuovere la bellezza e la cultura in ogni sua forma.

“È con grande sensibilità che l’artista si pone le angoscianti preoccupazioni di tanti di noi per le mutazioni ambientali della nostra epoca; ma le affronta in maniera lieve e giocosa come a volersi legare al ricordo adolescenziale che ha nel cuore, come a voler negare la realtà.
Ecco i colori vivaci, le poesie di Prevert, le storie scritte appunto sulle foglie. Dario costruisce un’altra realtà insieme onirica ed archetipica.
Gli abili, fitti e precisi incastri sottolineano i legami profondi tra l’uomo e la natura tra presente e passato, mentre i colori innaturali che sopraffanno gli altri sottilmente ma inesorabilmente ci rivelano la dolorosa finzione. Figure umane e radici divengono tutt’uno, come nuvole e fronde degli alberi a rappresentare una continuità tra cielo e terra, storia e natura, passato e presente, vita e morte”.
Simona Tosini Pizzetti

DARIO BREVI
Nato a Limbiate (MB) nel 1955, dove vive e lavora. Ha frequentato il liceo artistico di Brera e si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano. Viene subito segnalato tra gli artisti più interessanti della sua generazione con esposizioni a carattere internazionale, tra cui la personale nel 1981 alla Galerie Zum Matthaeus di Basilea.
Ha fatto parte negli anni Ottanta del movimento artistico Nuovo Futurismo formatosi presso la galleria Diagramma/Luciano Inga-Pin di Milano e teorizzato dal critico bolognese Renato Barilli.
Del suo lavoro si sono occupati numerosi critici d’arte con saggi e scritti pubblicati sui maggiori quotidiani e periodici del settore e non, italiani e stranieri.

La mostra è allestita a cura di Sabrina Romanò e sarà visitabile nel foyer del teatro dal 15 gennaio al 13 febbraio 2022 in occasione degli spettacoli in cartellone e nei seguenti orari:
•mercoledì e sabato dalle ore 9.30 alle ore 12.30
•venerdì dalle ore 14.30 alle ore 17.30

ASCOLTA IL PDCAST ANDATO IN ONDA SU RADIO ORIZZONTI:

 

Continuano gli incontri OLTRE IL SIPARIO . Il prossimo appuntamento è con la professoressa Paola Colombo che introdurrà lo spettacolo L’ULTIMO LENZUOLO BIANCO in scena venrdì 21 febbraio 2020.

ore 20.20 FOYER TEATRO
Incontro gratuito con la Professoressa Paola Colombo, docente di Lettere presso il Liceo Classico S.M. Legnani di Saronno. Una sorta di scuola dello spettatore che guiderà il pubblico alla scoperta dello spettacolo che andrà in scena fornendo importanti chiavi di lettura prima della visione.

LO SPETTACOLO:

Una storia vera, tratta dal libro autobiografico di Farhad Bitani, ex capitano dell’esercito in Afghanistan che decide di abbandonare le armi e dedicarsi al dialogo grazie all’incontro con l’Italia e il “diverso”. Oltre le differenze culturali, le religioni, oltre a quello che i media ci hanno sempre raccontato: un viaggio per scoprire sè stessi e l’altro, nell’inferno e nel cuore dell’Afghanistan.

Afghanistan. Una donna di Kabul, la coraggiosa e saggia Manà, racconta la storia di suo figlio, facendosi sia narratrice che protagonista di questo “viaggio” assieme agli altri due attori che interpretano il giovane Farhad, l’amico Seyar, e gli altri personaggi che prendono vita dai ricordi evocati: dall’Afghanistan all’Italia, dalla famiglia e gli amici di infanzia ai nuovi incontri che cambieranno per sempre la vita di questo giovane ragazzo afghano.

I personaggi vogliono essere portavoce di un’umanità universale, dove tutti possiamo essere i buoni, i cattivi, le vittime, i carnefici…

Tutti possiamo essere i personaggi della storia. Tutti siamo Farhad . Tutti, se vogliamo, possiamo cambiare noi stessi e il mondo.

Continuano gli incontri OLTRE IL SIPARIO con i protagonisti della Stagione Teatrale 2019/2020. Il prossimo appuntamento è con Debora Villa, sabato 8 febbraio alle ore 18.30 al Foyer della sala di via I Maggio.

Sarà l’occasione per conoscere più da vicino questa straordinaria attrice, la sua carriera e soprattutto lo spettacolo che andrà in scena la sera stessa (sold-out già da mesi) GLI UOMINI VENGONO DA MARTE LE DONNE DA VENERE adattamento teatrale del testo dello psicologo John Gray.

Il testo di John Gray è un best seller mondiale che ha venduto cinquanta milioni di copie ed è stato tradotto in quaranta lingue, si basa su un pensiero tanto semplice quanto efficace: gli uomini e le donne vengono da due pianeti diversi.

Debora Villa è la prima donna a portare in scena l’adattamento teatrale trasformando la serata in sorta di esilarante terapia di gruppo collettiva.

Cercando di restare imparziale, Debora condurrà il pubblico per mano alla scoperta dell’altro sesso senza pregiudizi. Per la prima volta quindi, sarà una rappresentante di Venere a ricordarci, con la sua comicità travolgente e irriverente, raffinata e spiazzante, quali sono le clamorose differenze che caratterizzano i Marziani e le Venusiane.

Al termine dell’incontro Debora Villa si renderà disponibile per un firma-copie dei suoi libri. Ringraziamo la Libreria UBIK di Busto Arsizio per la preziosa collaborazione.

La partecipazione all’incontro è gratuita ma chiediamo di confermare la propria presenza scrivendo una mail a info@teatrogiudittapasta.it oppure scrivendo un messaggio WhatsApp al numero 328/6673487.