Articoli

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri

Eventi

L'idiota di Fëdor Dostoevskij con Corrado Accordino a Saronno
In scena uno dei capolavori della letteratura russa.

Corrado Accordino, regista e interprete, ci accompagna in un fantastico viaggio al limite tra il sogno e la realtà indagando il romanzo di Fëdor Dostoevskij.

L’intento di Dostoevskij è quello di raccontare le vicende esistenziali di un uomo completamente buono, un Cristo del XIX secolo: il principe Myškin, che si trova coinvolto nelle torbide vicende di un gruppo di personaggi tra Mosca e San Pietroburgo.

L’attore, unico protagonista sulla scena, ci fa rivivere una storia dolorosa e umiliante che tocca le nostre corde più intime. La sua voce è modulata e soave, il suo corpo disegna, con le ombre delle luci, una danza immobile. Accordino ci trasporta nei meandri più intimi di un amore fuori dagli schemi.

Al centro della scena troneggi un girasole, simbolo della serena imperturbabilità della natura. La trama del romanzo viene prosciugata concentrando l’azione sull’episodio iniziale di Marie. C’è già tutto Dostoevskij in questa vicenda: la crudeltà dell’uomo, la sua intima contraddizione esistenziale, la bellezza straziante di anime pulite e innocenti, quasi sempre vittime sacrificali.

Una scena spoglia, plasmata da tagli di luce, dove Accordino si muove solo, capace di trasformarsi, attraverso un notevole uso della voce e della gestualità, nelle diverse figure che popolano la storia.

Il risultato è un’operazione teatrale coinvolgente.

Informazioni
dal romanzo di Fëdor Dostoevskij
scritto, diretto e interpretato da Corrado Accordino
COMPAGNIA TEATRO BINARIO 7

Spettacoli
sabato 27 gennaio | ore 21.00
domenica 28 gennaio | ore 15.30

Biglietti
intero: 25 euro
ridotto over70: 23 euro
gruppi organizzati: 20 euro
ridotto under26: 15 euro
Spettacolo presente nell’abbonamento 10 SPETTACOLI; nell’abbonamento 7 SPETTACOLI.

2 donne in fuga - Marisa Laurito e Iva Zanicchi sul palco del Giuditta Pasta
2 donne in fuga: uno spettacolo perfetto, da vedere e portare nel cuore per il resto della vita.

Due attrici grandiose portano sulla scena un testo che ha avuto uno straordinario successo in Francia, soprattutto a Parigi.

Marisa Laurito e Iva Zanicchi lo recitano facendolo proprio come se fosse stato scritto proprio per loro.

Due donne molto diverse tra loro fuggono dalle rispettive vite.

Margot scappa dalla sua condizione di casalinga, moglie e madre repressa, Claude dalla casa di riposo dove il figlio l’ha parcheggiata dopo che è rimasta vedova.

L’incontro suscita le battute più divertenti, per il luogo e l’ora equivoci. È l’inizio di un’avventura che vede le due donne viaggiare in autostop.

Marisa Laurito e Iva Zanicchi interpretano una commedia dalle battute felici riuscendo a costruire con ironia i caratteri diversissimi delle due donne.

Si ride di gusto per l’ironia e l’arguzia delle battute. Si sorride nel riconoscere, nelle due protagoniste, alcuni aspetti della nostra vita, a volte pavida, altre volte più temeraria.

Un perfetto equilibrio tra commedia e vita (vera), niente affatto retorico.

Informazioni
con Marisa Laurito e Iva Zanicchi
di Pierre Palmade e Cristophe Duthuron
adattamento Mario Scaletta
regia Nicasio Anzelmo
una produzione Spettacoli Teatrali Produzioni

Spettacoli
sabato 13 gennaio | ore 21.00
domenica 14 gennaio | ore 15.30

Biglietti
intero: 25 euro
ridotto over70: 23 euro
gruppi organizzati: 20 euro
ridotto under26: 15 euro
Spettacolo presente nell’abbonamento 10 SPETTACOLI.

Il Mercante di Venezia di Shakespeare al teatro Giuditta Pasta
In una Venezia stagnante, asfitticamente chiusa nell’intrico delle sue calli, si snodano le vicende dei protagonisti.

Il mercante Antonio, per aiutare l’amico Bassanio a corteggiare la ricca Porzia, chiede denaro in prestito all’usuraio Shylock.

L’ebreo pretende a garanzia una libbra di carne dell’uomo nel caso il debito non venisse estinto. La situazione ovviamente precipita e ciascuno dei personaggi si troverà a fare i conti con sé stesso e con gli altri.

In un mondo governato dalla smania di ricchezza, si intrecciano infatti legalità e giustizia, conflitti sociali e culturali, religiosi e morali, passioni e intrighi.

Ancora una volta Shakespeare riesce a scavalcare il limite temporale e a fornirci materia per riflettere su di noi e sul nostro presente.

Informazioni
di William Shakespeare
adattamento e regia Filippo Renda
con Sebastiano Bottari, Mauro Lamantia, Mattia Sartoni, Beppe Salmetti, Francesca Agostini, Valeria De Santis, Simone Tangolo
ELSINOR – CENTRO DI PRODUZIONE TEATRALE IN COLLABORAZIONE CON IDIOT SAVANT

Spettacoli
sabato 2 dicembre | ore 21.00
domenica 3 dicembre | ore 15.30

Biglietti
intero: 25 euro
ridotto over70: 23 euro
gruppi organizzati: 20 euro
ridotto under26: 15 euro
Spettacolo presente nell’abbonamento 10 SPETTACOLI; nell’abbonamento 7 SPETTACOLI, nell’abbonamento BLUETTE.

Miseria&Nobiltà di Eduardo Scarpetta nella messinscena di Michele Sinisi
Torna in scena Miseria&Nobiltà di Eduardo Scarpetta nella messinscena di Michele Sinisi. Un confronto con il passato e un gioco sul presente.

Sul palco la storia di un povero squattrinato, Felice Sciosciammocca che, costretto a vivere di espedienti, dà vita a una fitta tessitura di trovate dialogiche e di situazioni che rappresentano la summa dell’arte attoriale italiana e di quanto di meglio la storia del teatro, in particolare quella napoletana, abbia prodotto nel tenere il pubblico inchiodato alla sedia.

Una straordinaria squadra di attori si impossessa della scena, aderendo e tradendo il testo originale del 1888. Un’occasione per interrogarsi sulla vita e sul teatro di oggi.

Si ride parecchio e con gusto in questo spettacolo, merito indubbio anche di un testo che contiene in sé tutti i meccanismi più adatti a creare una comicità immediata nonché fervida di significati, che resistono ottimamente al tempo e che il regista ha attualizzato con gusto e inventiva, lasciandone intatte tutte le motivazioni umane e sociali.

Celebre il film di Mattioli con Sophia Loren e Totò, il Sciosciammocca più celebre, che mette in tasca gli spaghetti, che fa il principe in casa di Semolone, diventato ormai un grande classico.

Informazioni
regia di Michele Sinisi
dal testo di Eduardo Scarpetta
scritto da Michele Sinisi
con Francesco M. Asselta
con Diletta Acquaviva, Stefano Braschi, Gianni D’Addario, Giulia Eugeni, Francesca Gabucci, Ciro Masella, Stefania Medri, Giuditta Mingucci, Donato Paternoster, Bruno Ricci, Michele Sinisi
ELSINOR – CENTRO DI PRODUZIONE TEATRALE

Spettacoli
sabato 18 novembre | ore 21.00
domenica 19 novembre | ore 15.30

Biglietti
intero: 25 euro
ridotto over70: 23 euro
gruppi organizzati: 20 euro
ridotto under26: 15 euro
Spettacolo presente nell’abbonamento 10 SPETTACOLI; nell’abbonamento 7 SPETTACOLI, nell’abbonamento BLUETTE.

FIORE DI CACTUS con Benedicta Boccoli e Maximilian Nisi a Saronno
Un’animata storia d’amore fatta di bugie e malintesi divertenti. Una commedia brillante, un cult del genere, conosciuta in tutto il mondo grazie alla straordinaria interpretazione cinematografica di Walter Matthau, Ingrid Bergman e Goldie Hawn nell’omonimo film diretto da Gene Saks nel 1969.

Una pièce teatrale perfetta nei tempi, nell’intreccio, nel gioco di equivoci ad incastro. In un susseguirsi di colpi di scena e di situazioni comiche si sviluppa una storia intima ed emozionante, che narra le vicende di un dentista donnaiolo, rigorosamente scapolo, che obbliga la segretaria a farsi passare per sua moglie allo scopo di risolvere un’ingarbugliata questione sentimentale. Dopo una serie di divertenti malintesi il “castello di bugie” crollerà fino a far emergere le affinità elettive tra i due.

A vestire i panni del dottore e della sua intraprendente infermiera troviamo due interpreti d’eccezione: Maximilian Nisi e Bendicta Boccoli.

Un testo straordinario che è diventato ormai un classico della commedia “brillante” e che riesce a raccontare grandi verità sulla vita, sull’amore, sul dolore e su tutte le debolezze umane.

Passando da parti drammatiche a parti leggere con naturalezza e conquistando il favore del pubblico, Fiore di cactus è l’esempio di un teatro che, dietro un congegno da orologio svizzero, coglie le contraddizioni di una bizzarra storia d’amore. È la metafora dell’amore bello, vivace e spuntato tra le spine proprio come il fiore del cactus.

Informazioni
di Pierre Barillet e Jean-Pierre Grédy
con Benedicta Boccoli e Maximilian Nisi
e con Anna Zago, Aristide Genovese, Piergiorgio Piccoli Claudia Gafà, Matteo Zandonà, Anna Farinello, Federico Farsura
regia di Piergiorgio Piccoli e Aristide Genovese
scene di Adriano Pernigotti
luci di Samuel Donà
costumi di Rosita Longhin
produzione: Teatro de Gli Incamminati

Spettacoli
sabato 4 novembre | ore 21.00
domenica 5 novembre | ore 15.30

Biglietti | Prosa
intero: 25 euro
ridotto over70: 23 euro
gruppi organizzati: 20 euro
ridotto under26: 15 euro
(diritti di prevendita inclusi)
Spettacolo presente nell’abbonamento 10 spettacoli e nell’abbonamento 7 spettacoli.

MASSIMO LOPEZ & TULLIO SOLENGHI SHOW al Teatro Giuditta Pasta
Il nuovo attesissimo show di Massimo Lopez e Tullio Solenghi apre la Stagione di Prosa del Teatro Giuditta Pasta.

Massimo Lopez e Tullio Solenghi, dopo aver dato vita con Anna Marchesini al Trio comico più famoso d’Italia, tornano insieme sul palco dopo 15 anni.

Come due vecchi amici che si ritrovano, in uno Show di cui sono interpreti ed autori, accompagnati dalle musiche live della Jazz Company diretta dal maestro Gabriele Comeglio.

Tra i vari cammei, l’incontro tra Papa Bergoglio e Papa Ratzinger, in un esilarante siparietto di vita domestica, i duetti musicali di Gino Paoli e Ornella Vanoni e quello più recente di Dean Martin e Frank Sinatra, che ha sbancato la puntata natalizia di “Tale e Quale Show”.

Ne scaturisce una scoppiettante carrellata di voci, imitazioni, sketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico.

In quasi due ore di spettacolo, Tullio e Massimo, da “vecchie volpi del palcoscenico”, si offrono alla platea con l’empatia spassosa ed emozionale del loro inconfondibile “marchio di fabbrica”.

Uno show di puro divertimento tra canzoni, gag, siparietti comici, imitazioni e momenti di grande teatro. Lopez e Solenghi dimostrano di essere due straordinari artisti completi e sfaccettati.

Informazioni
con Massimo Lopez e Tullio Solenghi
e con la Jazz Company
Gabriele Comeglio: sax; Fabio Gangi: pianoforte; Ezio Rossi: basso; Marco Serra: batteria

Spettacoli
sabato 21 ottobre | ore 21.00
domenica 22 ottobre | ore 15.30

Biglietti | Evento speciale prosa
posto unico: 30 euro (diritti di prevendita inclusi)
gruppi organizzati: 25 euro
Spettacolo presente nell’abbonamento 10 spettacoli.