Eventi

E LE STELLE UN LENZUOLO
spettacolo vincitore EOLO AWARD 2018

“Gaia per primo generò simile a sé
Urano Stellato, affinchè lei tutta avvolgesse,
perché fosse per i beati Dei
dimora incrollabile sempre”

“Questo è il grande racconto del Tempo diviso in quattro capitoli. Il primo racconta il tempo in cui il Tempo non esisteva ancora: l’origine del tutto attraverso il mito, in particolare la Teogonia di
Esiodo.

Il secondo capitolo descrive il tempo in cui la realtà era ciò che il buon senso e l’occhio umano potevano cogliere e  comprendere: al mattino il Sole nasce a est, la sera tramonta a ovest, dunque il Sole gira intorno alla Terra. Il tempo di Aristotele e Tolomeo.

Il terzo capitolo è la rivoluzione copernicana, in cui l’uomo scopre che la realtà non è quella che sembra. Ovvero: il Sole è il centro del mondo e la Terra immobile non è.

L’ultimo capitolo è il più ambizioso e difficile: riguarda il Novecento, da Einstein ai quanti, l’epoca in cui l’uomo ha cominciato a comprendere che non solo le cose non sono come sembrano, ma probabilmente tutto – come in teatro – è solo illusione: il tempo prima si è fatto una variabile relativa e poi è scomparso dalle leggi della fisica, lo spazio vuoto non esiste, le particelle di materia sono imprevedibili e non sono mai dove dovrebbero essere. Noi compresi, ovviamente.

Tutto questo raccontato con occhi pieni di meraviglia (e anche un po’ di spavento) dal protagonista di tutta la storia: il Tempo in persona: Kronos, prima imperatore dell’Universo e poi, dopo essere stato sconfitto dal figlio Zeus, sempre più messo in disparte. Fino a scomparire.”
Francesco Niccolini

Informazioni:
di Francesco Niccolini
diretto ed interpretato da Flavio Albanese
impianto scenico e costume : Marco Rossi e Paolo Di Benedetto
collaborazione artistica e luci : Marinella Anaclerio
assistente alla Regia: Vincenzo Lesci

Durata:55 minuti

Età consigliata: Scuola Primaria

Biglietto: €6

Dagli studi, i disegni, gli scritti, gli appunti di Leonardo.

La storia documenta l’ideazione, la costruzione e la sperimentazione della prima macchina per volare di Leonardo Da Vinci raccontata dal suo assistente Tommaso Masini e il percorso psicologico, artistico e filosofico del maestro.

Il pubblico scoprirà dettagli della vita di Leonardo quasi sconosciuti ai più; farà un viaggio nella mente e nei meccanismi psicologici del genio; scoprirà il meccanismo creativo che è alla base di ogni fallimento.

Lo spettacolo copre un arco di circa 35 anni della vita di Leonardo; gli spunti sono molti come i percorsi sperimentati dal maestro:

1- L’inizio del pensiero scientifico e sperimentale che con Galileo farà nascere la scienza.

2- Il passaggio dal Medioevo al Rinascimento attraverso l’umanesimo e tutti i riferimenti classici che aveva Leonardo.

3 – La matematica con Pacioli e la proporzione Aurea – la Gioconda e tutti i suoi ritratti, l’idea del bello in natura e nei numeri

4 – La filosofia con il neoplatonismo di Marsilio Ficino. Il pensiero spirituale di Leonardo e l’ultima cena ispirata al vangelo di Giovanni

5 – La Chiesa e la Scienza – gli appunti di Leonardo restarono nascosti perché 100 anni prima di Galileo aveva già capito che la terra non era al cento del sistema solare ed aveva paura di essere accusato di eresia.

6 – Il rapporto fra sogno e illusione e fra errore e creatività. Leonardo faceva tanti errori e nello spettacolo se ne parla ampiamente, ma per lui erano solo esperienze che lo conducevano al suo sogno: poter volare. Il suo modo di affrontare gli errori, anche gravi, è esemplare per tutti.

7 – La grande metafora del Volo, che ha accompagnato l’uomo da Icaro a Leonardo fino al volo interstellare. Leonardo osservava con molta attenzione il cielo e sosteneva che il cielo e il mare fossero tutto sommato la stessa cosa, con densità differenti.

Informazioni:
scritto, diretto ed interpretato da Flavio Albanese
collaborazione artistica Marinella Anaclerio
impianto scenico Flavio Albanese
disegno luci Valerio Varresi
assistente alla regia Vincenzo Lesci

Durata:60 minuti

Età consigliata: Scuola Secondaria

Biglietto: €8