Articoli

Il nuovo viaggio musicale dei Tazenda approda al Teatro Giuditta Pasta sabato 6 luglio alle ore 21.00.

Sul palco del teatro cittadino l’energia trascinante dei Tazenda emozionerà il pubblico sulle note dei grandi classici del gruppo etno-pop-rock sardo. Continua a leggere

Eventi

Domenica 6 giugno 2021 alle ore 18.00 il sipario del Teatro Giuditta Pasta torna ufficialmente ad aprirsi. Lo farà con un grande concerto sinfonico dal titolo “ARIE” diretto dal M° Roberto Gianola con la Lake Como Philarmonic Orchestra. Sul palco anche la pluripremiata soprano Hiroko Morita.

Si riparte dalla musica con una selezione di alcune tra le più celebri e amate arie d’opera per riscoprire il meglio del grande repertorio lirico di tutti i tempi: Madama Butterfly, Carmen, Il Trovatore, Don Pasquale e Il Barbiere di Siviglia.

Una serata che vuole essere innanzitutto un segno per testimoniare che il Teatro Giuditta Pasta c’è ed è pronto ad accogliere in totale sicurezza il suo pubblico. L’evento infatti si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti-covid: distanziamento, dispositivi di protezione individuale, misurazione della temperatura e soprattutto sanificazione di tutti gli ambienti.

Rassicura il Presidente della Fondazione Oscar Masciadri: «Il teatro è un luogo sicuro e la gente ha bisogno di spettacoli di qualità per vincere la paura e uscire di casa».

#TORNIAMOaTEATRO

I biglietti per il concerto saranno in vendita online a partire da venerdì 21 maggio 2021 e al botteghino sabato 29 maggio e sabato 5 giugno dalle ore 9.00 alle ore 12.00. Domenica 6 giugno la biglietteria sarà aperta a partire da un’ora prima dell’inizio del concerto.

Su questo evento non sarà possibile utilizzare alcun voucher emesso precedentemente trattandosi di un concerto inaugurale, fuori stagione.

Teatro Giuditta Pasta (Saronno – VA)
Domenica 6 giugno 2021 – ore 18.00
LAKE COMO PHILARMONIC ORCHESTRA in
ARIE
musiche di W.A. Mozart, G. Bizet, G. Verdi, G. Donizetti, G. Rossini
soprano Hiroko Morita
direttore M° Roberto Gianola

Biglietti: intero: 20 euro; ridotto under12: 12 euro

PROGRAMMA DEL CONCERTO

WOLFGANG AMADEUS MOZART
OUVERTURE
dalla Finta Giardiniera

GIACOMO PUCCINI
UN BEL DI VEDREMO
dalla Madama Butterfly

GEORGES BIZET
SUITE N.2 Danse Bohème
dalla Carmen

GIUSEPPE VERDI
TACEA LA NOTTE PLACIDA
dal Trovatore

GIUSEPPE VERDI
AVE MARIA
dall’ Otello

GAETANO DONIZETTI
SINFONIA
dal Don Pasquale

GAETANO DONIZETTI
ARIA DI NORINA
dal Don Pasquale

GIOACHINO ROSSINI
SINFONIA
dal Barbiere di Siviglia

GIOACHINO ROSSINI
ARIA DI ROSINA
dal Barbiere di Siviglia

Cantautore della scuola genovese tra i più eclettici del panorama musicale italiano, Francesco Baccini non ha bisogno di presentazioni.

Nel 1989, con il suo vero nome, pubblica il suo album d’esordio Cartoons, premiato come rivelazione a Saint Vincent e vince la Targa Tenco come migliore opera prima; nello stesso anno vince Un disco per l’estate con Figlio unico, canzone tratta da questo album.

Nel secondo album, Il pianoforte non è il mio forte è contenuto il singolo Le donne di Modena e la presenza del duetto Genova blues con Fabrizio De André (suo amico, conosciuto proprio alla presentazione del suo primo album a Milano e del quale era sempre stato grande ammiratore), segna l’inizio di una serie di collaborazioni con altri artisti.

Infatti, nel 1990, vince il Festivalbar con il brano Sotto questo sole, in coppia con Paolo Belli e i “Ladri di Biciclette”. È poi con l’album Nomi e cognomi del 1992 che ottiene il maggiore successo commerciale, affermandosi definitivamente come erede della tradizione dei cantautori liguri. A seguire Baccini pubblicherà altri 11 album (incluso due raccolte), con il pregevole lavoro “Baccini canta Tenco” nel 2011, fino ad arrivare all’ultimo “Chewingum Blues” in coppia con Sergio Caputo (2017).

Informazioni:
di e con Francesco Baccini
batteria: Max Baldaccini
chitarre: Fabio Schimmenti

Spettacolo:
venerdì 10 gennaio 2020| ore 21.00

Biglietti:
intero: 18 euro
ridotto: 16 euro
gruppi organizzati: 15 euro
ridotto under26: 12 euro

“Sono un uomo perso dentro le parole, dimentica i miei occhi aprile sbocciano le viole, prima di svanire ancora dietro al primo sole senza cuore. “
Tazenda da Dentro le Parole

Le parole sono pensieri solidificati, sono veicolo che l’uomo adopera per comunicare significati, sentimenti e molto più.
I Tazenda continuano a veleggiare spediti e curiosi nell’incantato cielo delle parole in uno spettacolo teatrale semi acustico dove sono proprio le parole ad essere protagoniste.

Il sistema delle parole non è perfetto, ma è il migliore fino ad ora per quanto riguarda gli esseri umani. I Tazenda hanno viaggiato per trent’anni in questo mare di segni cercando di affinare, inventare e domare la lingua dei loro avi. Lo fanno ancora, ma superata l’incoscienza iniziale hanno poi preso coscienza, appunto, del fatto che cantare per i sardi e non solo utilizzando questo modello antico sarebbe diventato un percorso di responsabilità e di senso di appartenenza di un popolo.

Il pubblico è chiamato a tuffarsi con passione dentro le parole o, forse, proprio #dentroleparole.

Senza le parole non esisterebbero le canzoni e senza le canzoni non si avrebbe niente da offrire al pubblico: il nuovo Tazenda-pensiero è Viva le parole e ciò che c’è dentro.

Concerto gratuito inaugurale della Stagione Teatrale 2018/2019

Il viaggio di formazione del giovane Mozart in Italia ha avuto come prima tappa la città di Milano. Qui Mozart entra in contatto con G.B. Sammartini e la scuola sinfonica milanese, fondamentali per la crescita e lo sviluppo del giovane musicista.

L’Orchestra da Camera “Ildebrando Pizzetti”, dopo quasi 250 anni dal primo viaggio del compositore a Milano, propone un programma esclusivamente dedicato alle composizioni del soggiorno meneghino. Si potranno ascoltare accanto ad un brano celeberrimo come l’Exultate Jubilate, sinfonie ed arie meno note ed eseguite.

Programma
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Sinfonia K 74 in Sol maggiore
Se tutti i mali miei K 83, aria per soprano e orchestra
Cara, lontano ancora da Ascanio in Alba K 111, aria per soprano e orchestra
Sinfonia K 112 in Fa maggiore
Exultate jubilate! K 162, mottetto per soprano e orchestra
Sinfonia K 84 in Re maggiore

Informazioni
direttore: Enrico Saverio Pagano
soprano: Carlotta Colombo

Spettacolo:
domenica 7 ottobre | ore 17.00

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

La grande Orchestra Veneziana Casanova Venice Ensemble diretta dal M° Tino Carollo porta in giro per il mondo la cultura e la magia di Venezia.

Si esibiscono con i loro costumi Veneziani del ‘700. Hanno al loro attivo alcuni CD e DVD distribuiti in Italia e all’estero e per questo lavoro discografico l’Orchestra e il M° Tino Carollo hanno ricevuto nel 2004 al Palazzo del Cinema di Venezia il Prestigioso Premio “Leone d’Oro” per la Musica.

Un repertorio tratto dalle musiche di Vivaldi e del M° Reverberi con il Rondò Veneziano ma non solo. Il loro concerto è un viaggio musicale tra le sonorità più delicate delle colonne sonore d’autore come Morricone, Rota, Lai, Jarre. Si passa dalla musica classica ad un repertorio più leggero ma di grande pathos, delle melodie dei “Classici Italiani” come le musiche del noto tenore italiano Andrea Bocelli

INFORMAZIONI
Casanova Venice Ensemble
distribuzione PL Management

Biglietto
posto unico € 10
ridotto Under12 € 5

Abbonamento
4 spettacoli € 30

GLI SPETTACOLI SONO GARANTITI ANCHE IN CASO DI PIOGGIA O MALTEMPO.

RISERVA UN TAVOLO IN PRIMA FILA. Potrai vedere lo spettacolo da una posizione privilegiata, sorseggiando un calice di vino o gustando una delle innumerevoli proposte di Galli al Teatro.
Costo del tavolo 5 euro.
Il servizio non è attivo in caso di maltempo. È consigliata la prenotazione: tel. 02 96701990. WhatsApp 333 5676085

I biglietti saranno in vendita da lunedì 18 giugno.
Orari estivi della biglietteria (fino al 27 luglio): da lunedì a venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 13.00.