Eventi

sciatore nautico paralimpico

INSEGNA AL CUORE A VEDERE

evento realizzato in collaborazione con Enrico Cantù Assicurazioni

“Insegna al cuore a vedere. Il bello è oltre la superficie delle cose”.

Vedersi dentro è un’arte, ma anche una disciplina da apprendere e un “muscolo” da allenare. Per arrivare a giocare a cuore libero e mente aperta la partita più importante: quella della vita. Può un non vedente insegnare a chi vede come guardarsi dentro? Sì, proprio chi vive al buio dalla nascita può diventare la nostra miglior guida per imparare a vedere “oltre”. Perché la cecità interiore è un ostacolo molto più insidioso di quella degli occhi: rabbia, vittimismo, senso di colpa e frustrazione offuscano la nostra lucidità e ci impediscono di compiere le scelte davvero giuste per noi.

Daniele Cassioli ha raccolto storie, esempi, riflessioni nate dalla sua esperienza personale di sportivo e di formatore per poi offrircele, non come un maestro che sale in cattedra ma come un amico che ci accompagna col sorriso in un percorso di crescita e consapevolezza.
Un percorso che parte dalla teoria del “piano inclinato”, che ci porta a ripetere una routine anche se per noi è dannosa, e arriva a riconoscere la paura come la vera “disabilità”, per poi focalizzarsi sulle passioni che muovono i nostri istinti migliori e individuare infine un “equilibrio dinamico” che rappresenta il giusto approccio mentale alle situazioni che ci troviamo di fronte.

Insegnare al cuore a vivere in armonia con il mondo e valorizzare quelle qualità che ci rendono unici è meno difficile di quanto si creda comunemente, occorre solo decidere di fare il primo passo.

reading e presentazione del romanzo:
giovedì 16 marzo 2023 | ore 21.00

Biglietti:
posto unico € 4

IL CONTINENTE BIANCO

“La letteratura non ‘deve’ fare niente.
Ma la letteratura ‘può’: può permettersi di guardare nell’abisso.
Come fare poi a raccontare questo abisso? Secondo me, nel modo più bello possibile:
solo attraverso la bellezza si può davvero rappresentare l’orrore”.

musiche eseguite dal vivo da Lorenzo Borroni

Andrea Tarabbia, vincitore del Premio Campiello 2019 con Madrigale senza suono, presenta al pubblico saronnese il suo nuovo romanzo: Il Continente bianco (Bollati Boringhieri).

Venticinque anni, bello come un Cristo e convinto che l’unica via per sopravvivere nel mondo sia un odio esercitato con calma e raziocinio, Marcello Croce è a capo di un movimento di estrema destra che annovera picchiatori, fanatici, ma anche teorici e figure dai tratti quasi metafisici – tutte accomunate dal fatto che, per loro, vivere è come trovarsi in guerra.

Grazie anche alla connivenza con certi rappresentanti politici e alla condiscendenza con cui l’opinione pubblica, ormai, guarda a molti fenomeni legati al neofascismo, Croce porta avanti la sua idea di sovversione e, nel frattempo, frequenta Silvia, una donna della borghesia romana con la quale instaura un gioco di potere che li porterà alla perdizione.

La vicenda è ricostruita da un narratore misteriosamente attratto da Marcello e curioso di capire che cosa muova coloro che, oggi, credono in un’idea superata e violenta e la vogliono attuare. Ma c’è di più. La storia di Silvia e della sua caduta era già stata raccontata nello splendido romanzo, rimasto allo stato grezzo, che Goffredo Parise scrisse alla fine degli anni Settanta, “L’odore del sangue”.

“Il Continente bianco” ne riprende temi e motivi, e sposta la vicenda ai giorni nostri, conservando nel rapporto morboso tra Silvia e Marcello la metafora potente del fascino che certe idee hanno esercitato, ed esercitano, sulla borghesia italiana.

Andrea Tarabbia, autore di “Madrigale senza suono”, scrive un romanzo sul potere, a volte funesto,
che abbiamo sugli altri e ci regala un ritratto di un gruppo di persone – e forse di un Paese – che danzano sull’abisso.

Reading e presentazione del romanzo:
mercoledì 14 dicembre 2022| ore 21.00

Biglietti:
posto unico € 4

IL MAGO DI RIGA
storia di un genio degli scacchi in un romanzo che racconta la sua ultima partita

musiche dal vivo eseguite dal M°Matteo Pirola

I vizi, il fascino del rischio, irapporti con l’URSS, l’amore per la libertà contro il grigiore del potere. Michail «Miša» Tal’ (1936-1992), che prima di Kasparov fu il più giovane campione del mondo della storia, sconvolse l’universo degli scacchi incarnandoil gioco come arte, invenzione, complicazione.

Lo chiamavano il Mago di Riga per la capacità di «evocare tutte le forze oscure che ogni posizione celava dentro di sé»: bramava il disordine e il sacrificio dei “pezzi”, opposti ai prevalenti distillati di razionalità e pragmatismo. Tra una mossa e l’altra, Miša ricapitola a lampi di memoria la sua movimentata e anarchica esistenza. Cinquantacinque anni segnati dal genio precoce e da costanti malattie ma vibranti di un gioioso, fraterno e dissipato desiderio di vivere.

In questo romanzo Giorgio Fontana racconta l’epica di un uomo straordinario che raggiunge la vetta profondendo in ogni mossa l’amore per il rischio, lontano da qualunque cinismo, e dimostrando a un mondo incredulo che talora le storie sono più forti della realtà – che due più due, come Miša amava dire, può fare cinque.

Giorgio Fontana è nato a Saronno nel 1981 e vive a Milano. Con questa Sellerio ha pubblicato Per legge superiore (2011,2022), Morte di un uomo felice (2014, Premio Campiello), Un solo paradiso (2016) e Prima di noi (2020, Premio Mondello, Premio Salgari, Premio Bagutta e Premio Corrado Alvaro – Libero Bigiaretti).

Reading e presentazione del romanzo:
mercoledì 23 novembre 2022| ore 21.00

Biglietti:
posto unico € 4

IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

“Mi abbatto e sono felice” è un monologo a impatto ambientale “0”, autoironico, dissacrante, che vuole far riflettere su come si possa essere felici abbattendo l’impatto che ognuno di noi ha nei confronti del Pianeta. “Mi abbatto e sono felice” non utilizza energia elettrica in maniera tradizionale. Si autoalimenta, grazie allo sforzo fisico prodotto dall’attore in scena. Non sono presenti altri elementi scenici, le musiche sono live, i costumi essenziali e recuperati dal guardaroba di nonno Michele, il vero protagonista del monologo.

“Mi abbatto e sono felice nasce dalla riflessione che mi ha accompagnato nei mesi successivi alla morte di mio nonno, una persona che mi ha insegnato tanto e che stimo infinitamente per la condotta di vita esemplare perseguita durante i 91 anni trascorsi su questo pianeta.”

Disagio, crisi, scarsa produttività, povertà, inquinamento, surriscaldamento globale, etc. Ma come, nell’era del benessere ci sono tutti questi problemi?! La felicità dell’uomo occidentale pare essere direttamente proporzionale a quanto produce e quanto consuma. Ma è davvero così? Mi abbatto e sono felice, rifacendosi ai principi etici della Decrescita felice, accompagna il pubblico in un viaggio che fa la spola fra un passato intriso di freschezza e genuinità e un presente frenetico e stanco di correre.

Informazioni:
di e con Daniele Ronco
ispirato alla ‘Decrescita felice’ di Maurizio Pallante.
scene di Piero Ronco e Lorenzo Rota
costumi Nonno Michele
regia Marco Cavicchioli
produzione Mulino ad Arte
durata 60’

🏆 Vincitore dei premi: MaldiPalco 2015, CassinoOFF 2016, Premio voce della società giovanile, vincitore del premio ‘Anello verde migliore spettacolo green&smart nazionale’ 2018.

Spettacolo:
venerdì 21 aprile 2023 | ore 10.00

Biglietti:
Il biglietto per ogni studente sarà di € 10. Omaggio ai docenti accompagnatori 1 ogni 15 salvo diversi accordi in caso di docenti di sostegno.

PRENOTA

STORIE POCO CONOSCIUTE

Il Titanic approda anche a Saronno, è proprio il caso di dire.

Durante la serata, grazie a video, immagini e documenti di repertorio, il nostro ospite, lo scrittore e storico Claudio Bossi, ci porterà a bordo del transatlantico più famoso della storia, di cui quest’anno ricorre il cento decimo anniversario del tragico evento.

Scopriremo così storie poco conosciute ma non per questo poco interessanti perché, come dicono illustri storici, sono queste microstorie che entrano con pieno diritto nel canale e fanno parte della grande storia.

Claudio Bossi ha al suo attivo oltre duecentocinquanta conferenze pubbliche, ricche di pathos e partecipazione, non a caso il nostro ospite ha una cosa eccezionale: la capacità di rappresentare le sue ricerche in maniera straordinariamente efficace e coinvolgente.

La sua attività di scrittore e di divulgatore, lo ha portato a sviluppare una conoscenza e una competenza, che ne hanno fatto uno degli storici più apprezzati a livello internazionale della storia del Titanic.

Non per nulla è consulente della Rai e partecipa direttamente a programmi come “Il Tempo e la Storia”, “Ulisse”, “Voyager”, “Superquark”, “Passaggio ad Nord Ovest”, programmi molto seguiti e di qualità.

Per la sua attività di ricercatore, nel 2015, si è visto assegnare il prestigioso Premio Nazionale Cronache del Mistero.

STASERA TI PRESENTO:
CLAUDIO BOSSI
mercoledì 19 ottobre 2022| ore 21.00

Biglietti:
posto unico € 4

SPETTACOLO IN LINGUA INGLESE

Venerdì 10 febbraio 2023 ore 10.00
Teatro del Buratto e Charioteer Theatre presentano
THE STRANGE CASE OF MR. STEVENSON
testo e regia Laura Pasetti
in scena David Remondini

Siamo nella testa di Robert Louis Stevenson. I suoi personaggi circolano liberi da qualsiasi
costrizione e ci accompagnano alla scoperta di uno dei più grandi romanzieri di tutti I tempi.

Ciò che scopriremo, però, non sarà quello che ci aspettiamo… in pochissimi sanno che da giovane
ha fatto il palombaro, che ha inventato il sacco a pelo per fare un viaggio a cavallo di un’asina, che
ha scritto più di 100 composizioni musicali… la sua vera identità prende forma tra aneddoti
divertenti e rivelazioni sorprendenti, talvolta inquietanti.

Nella testa dello scrittore, incontreremo pirati, assassini, scienziati; tutti usciti dalla sua immaginazione per tentare di spiegare l’eterna lotta fra il bene e il male, quella lotta che lo ha affascinato fin da bambino a cui, forse, ha dato un senso solo alla fine della sua vita.

Spettacolo interattivo in lingua inglese con qualche intervento in italiano .
Durata dello spettacolo 55’
Età consigliata: dai 15 anni

Il biglietto per ogni studente sarà di € 10. Omaggio ai docenti accompagnatori 1 ogni 15 salvo diversi accordi in caso di docenti di sostegno.

PRENOTA

SCUOLA PRIMARIA

In occasione della giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza
Mercoledì 16 novembre ore 10.00
Kosmocomico Teatro in
LE CANZONI DI RODARI
con musica dal vivo
testo, scene e regia Valentino Dragano

Le cose di ogni giorno raccontano segreti a chi le sa guardare ed ascoltare.
Un’aula di scuola, un banco, le sedie, l’attaccapanni, una cartina geografica, una lavagna, pennarelli, disegni: ogni cosa racconta – e può raccontare – segreti. Un maestro che suona, canta e insegna, con parole, ukulele, maracas, sonagli, armoniche, flauti e trombette che le cose di ogni giorno sono spunti preziosi di riflessione e di gioco, fantasia, amore per sé e per gli altri.

Uno spettacolo-concerto sulle canzoni di Rodari cantate dall’indimenticabile Sergio Endrigo nel disco Ci vuole un fiore. Canzoni senza tempo, in cui la musica e il canto si sposano perfettamente con il teatro.
Un omaggio al mondo della scuola, agli insegnanti, ai genitori e a tutti quelli che credono che le cose di ogni giorno raccontino segreti a chi le sa guardare e ascoltare.


Genere: teatro musicale con musica dal vivo
Durata dello spettacolo 55’
Età consigliata: dai 6 anni

Il biglietto per ogni studente sarà di € 8. Omaggio ai docenti accompagnatori 1 ogni 15 salvo diversi accordi in caso di docenti di sostegno.

PRENOTA

 

Addie e Louis, entrambi vedovi ultrasettantenni, che vivono da soli a pochi metri di distanza, si conoscono da anni, perché Addie era buona amica di Diane, la moglie scomparsa di Louis, ma in realtà non si frequentano, almeno fino al giorno in cui Addie fa al vicino una proposta piuttosto spiazzante. Dal momento che, dopo la scomparsa del marito, ha delle difficoltà ad addormentarsi da sola, invita Louis a recarsi da lei per dormire insieme. Non si tratta di una proposta erotica, ma del desiderio di condividere ancora con qualcuno quell’intimità notturna fatta soprattutto di chiacchierate nel buio prima di cedere al sonno. Ma la società non è pronta a concedere a chi entra nel terzo tempo della vita un sogno romantico.

Informazioni:
tratto dall’omonimo romanzo
di Kent Haruf
con Lella Costa ed Elia Schilton
regia di Serena Sinigaglia
produzione Centro d’Arte Contemporanea
Teatro Carcano, Mismaonda,
CTB – Centro Teatrale Bresciano

Spettacolo:
sabato 12 novembre 2022| ore 21.00
domenica 13 novembre 2022| ore 15.30

Biglietti:
intero €31
ridotto over70 €26
ridotto under26 €21
ridotto gruppi organizzati €22


Un’esilarante commedia sulla scomparsa della nostra vita di relazione: le due protagoniste ci accompagnano con la loro personalissima comicità in un viaggio che dà i brividi per quanto è scottante e attuale. Una videochat fra due amiche cinquantenni, Fiamma e Lorella, che non si vedono da tempo. I saluti di rito, qualche chiacchiera, finché Lorella annuncia a sorpresa: mi sono sposata! La cosa sarebbe già straordinaria di per sé, vista la sua proverbiale sfortuna con gli uomini. Ma diventa ancora più incredibile quando lei rivela che il nuovo marito ha… non proprio un difetto, una particolarità: è invisibile. Fiamma teme che l’isolamento abbia prodotto danni irreparabili nella mente dell’amica. Si propone di aiutarla, ma non ha fatto i conti con la fatale, sconcertante, attrazione di noi tutti per l’invisibilità.

Informazioni:
scritto e diretto da Edoardo Erba
con Maria Amelia Monti e Marina Massironi
scene Luigi Ferrigno
musiche Massimiliano Gagliardi
costumi Nunzia Russo
luci Giuseppe D’Alterio
video Davide Di Nardo, Leonardo Erba
produzione Gli Ipocriti Melina Balsamo

Spettacolo:
sabato 3 dicembre 2022| ore 21.00
domenica 4 dicembre 2022| ore 15.30

Biglietti:
intero €31
ridotto over70 €26
ridotto under26 €21
ridotto gruppi organizzati €22

 

Già Premio Pulitzer e film da quattro Oscar, “A spasso con Daisy” è ora un delizioso spettacolo teatrale. La bravissima Milena Vukotic dà vita all’anziana Daisy in una storia delicata e divertente capace di raccontare con umorismo un tema complesso come quello del razzismo nell’America del dopoguerra. Il racconto di un’amicizia profonda nata nonostante i pregiudizi e le classi sociali, sempre giocando sull’ironia e i toni della commedia. Adattamento leggero e pungente, regia pulita ed efficace, interpretazione magistrale che grazie a trovate semplici ma particolari confezioneranno una commedia leggera piena di grazia e di respiro. Emozionarsi non è stato mai così divertente.

Informazioni:
di Alfred Uhry
con Milena Vukotic, Salvatore Marino e
Maximilian Nisi
adattamento Mario Scaletta
regia Guglielmo Ferro
costumi Graziella Pera
produzione Spettacoli Teatrali

Spettacolo:
sabato 22 ottobre 2022| ore 21.00
domenica 23 ottobre 2022| ore 15.30

Biglietti:
intero €31
ridotto over70 €26
ridotto under26 €21
ridotto gruppi organizzati €22