Articoli

Ale&Franz, vin brulé, il nuovo foyer, Lopez e Solenghi, che inizio!

L’inaugurazione della stagione 2017/18 è stata più che positiva.

Proviamo a ripercorrere insieme tutte le emozioni vissute nel weekend appena passato al teatro Giuditta Pasta di Saronno. Continua a leggere

I Legnanesi e il nuovo bar, che inizio!

VIAGGIANDO CON NOI de I Legnanesi - 22/24 settembre 2017
Questo weekend abbiamo ufficialmente aperto la stagione 2017/2018.

Sul palco protagonisti i Legnanesi che hanno portato a Saronno il loro ultimo spettacolo teatrale: “Viaggiando con noi”. Continua a leggere

Pronti, partenza… via!

È aperta la campagna abbonamenti per la stagione 2017/18!

Da questa mattina abbiamo riaperto la biglietteria per la riconferma degli abbonamenti, ma sono in vendita anche i biglietti per alcuni eventi. Continua a leggere

Nuova gestione bar del teatro

Grandi cambiamenti al Teatro Giuditta Pasta.

Come preannunciato nel corso della presentazione della stagione, lo scorso 11 luglio, il bar del teatro avrà una nuova gestione. Continua a leggere

Aspettando i Legnanesi

Dal 22 al 24 settembre al teatro Giuditta Pasta.

Come ogni anno a settembre saranno i Legnanesi a salutare il pubblico del teatro di Saronno prima di entrate nel vivo della stagione 2017/18. Porteranno sul nostro palco lo spettacolo che ha già superato i 150mila spettatori in tutta Italia: “Viaggiando con noi”. Continua a leggere

Presentazione della stagione 2017/2018

Presentazione della stagione 2017 2018 al teatro Pasta di Saronno
Prosa, musica, comici, danza, opera, operetta e teatro per ragazzi e famiglie.

Come ogni anno c’era grande curiosità per scoprire i titoli e gli artisti che calcheranno il palco del Teatro Giuditta Pasta di Saronno a partire dal prossimo autunno. Continua a leggere

Presentazione della stagione teatrale 2017/2018

Al via la stagione teatrale 2017/2018 del teatro Giuditta Pasta di Saronno
Il Direttore Artistico del teato Giuditta Pasta di Saronno – Francesco Pellicini – presenta la Stagione Teatrale 2017/2018 del Teatro Giuditta Pasta di Saronno.

Sono lieto di presentare la nuova stagione di uno dei teatri più amati della Lombardia: il Giuditta Pasta di Saronno. Una stagione di qualità, variegata nei generi di scena, appositamente studiata per accontentare tutti gli amanti del teatro. Continua a leggere

Eventi

LA MONACA DI MONZA

Un viaggio a tinte forti fra le pagine più toccanti de I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni e de La Monaca di Monza di Giovanni Testori

La vicenda della Monaca di Monza è ispirata alla storia reale di suor Virginia Maria Anna de Leyva. Nonostante  l’infanzia e l’adolescenza del personaggio siano una reinvenzione del Manzoni, la sua peccaminosa condotta di suora coincide invece con la verità storica attestata dagli atti del processo per omicidio di cui fu riconosciuta colpevole col suo amante Gian Paolo Osio (Egidio nel romanzo manzoniano).
Il ritratto che Manzoni fa della Monaca all’interno de I Promessi Sposi è ampio e dettagliato, volto soprattutto a sottolineare l’ambiguità di questo personaggio tormentato.
Con la vicenda della monaca Manzoni dà anche risalto alla ricchissima vita interiore di una adolescente alla ricerca dell’amore in una famiglia che mira solo al proprio utile. Il suo sì definitivo alla vita monacale arriverà dal bisogno profondo che la ragazza nutre di veder sorridere il padre.
Dove Manzoni si ferma prende avvio il lavoro di Testori che sceglie di andare fino in fondo alla sofferenza e all’orrore che visse questa donna. Squarciando il silenzio impostole da Manzoni, essa trova finalmente la voce e il diritto di esprimere le sue ragioni e i suoi sentimenti.
Per Testori “la sventurata” rappresenta “il punto estremo, il precipizio, il buco nero, il pilastro segreto e il segreto fondamento che tiene su l’intera storia del romanzo.”
Una storia vera, tragica ed attualissima che non solo traccia uno spaccato dell’Italia di ieri e di oggi, ma che scandaglia l’abisso dell’esistenza interrogandoci ancora una volta su quell’enigma che è “quel guazzabuglio del cuore umano”.

Informazioni
con Marta Ossoli e Mino Manni

Spettacolo
giovedì 29 marzo| ore 10.00

Genere
reading teatrale con musica dal vivo

Fascia di età
scuola secondaria di secondo grado

Biglietti
intero: 8 euro

 

VIA DA LÌ storia del pugile zingaro

In occasione della Giornata della Memoria sul palco del Giuditta Pasta andrà in scena la storia di Johann Trollmann, il pugile zingaro che sfidò il Reich.

Rukeli, così era soprannominato, è stato campione di Germania dei pesi mediomassimi negli anni trenta. Nato ad Hannover, in Germania, apparteneva alla comunità sinti. Proprio questa sua diversità lo ha reso un innovatore: è stato il primo pugile professionista a introdurre “il gioco di gambe. Come tutti gli innovatori, anche Johann Trollman non ebbe una vita facile: nella Germania nazista dove il “vero pugile” era chi stava fermo al centro del ring e tirava pugni basando il suo stile solo su forza e virilità, il ballerino zingaro non poteva certo essere il campione, e così fu condannato a una implacabile discesa negli abissi.

Il titolo “Via da lì” riprende la frase che dal bordo ring i secondi lanciano al loro atleta quando è stretto nell’angolo e lo incitano a uscire dalla trappola. È una frase-invocazione che a livello simbolico raccoglie tante delle piste narrative che la storia portata in scena contiene.
Una storia incredibile, dove sport, successo, politica, Storia, passione si abbracciano togliendo il respiro. Una “piccola” vicenda umana per raccontare la Storia e una delle sue più grandi tragedie: il genocidio di intere etnie, culture e diversità ad opera dei nazisti. Una storia che parla di come lo sport riesca a farci crescere e cambiare, di cosa voglia dire convivere con la propria identità e diversità, di come un sogno possa sfidare i pregiudizi

Informazioni
progetto e interpretazione Walter Maconi
regia e drammaturgia Lucio Guarinoni e Walter Maconi
scene e costumi Emanuela Palazzi
disegno luci e videoprogrammazione Massimiliano Giavazzi
riprese video Ila Scattina
collaborazione tecnica Carlo Villa
realizzazione scene Massimo Zanetti
prodotto da Pandemonium Teatro con il sostegno della Regione Lombardia Progetto Next

Spettacolo
mercoledì 17 gennaio| ore 11.00

Genere
teatro d’attore

Fascia di età
scuola secondaria di primo e secondo grado

Biglietti
intero: 6 euro

FUORI GIOCO una storia di bullismo

uno spettacolo nato dalla collaborazione tra SOS- il Telefono Azzurro ONLUS e La Baracca- Testoni Ragazzi

Protagonisti, tre adolescenti, tre diverse personalità che entrano in relazione attraverso una rigida e pericolosa dinamica.

Quelli che all’inizio sembrano scherzi tra ragazzi si trasformano in veri e propri atti di bullismo.

Si innesca così un gioco malato in cui ognuno dei tre ha un ruolo ben preciso: il bullo, la vittima e lo spettatore-outsider.

“Fuori gioco” parla di bullismo mettendo in scena le criticità che caratterizzano i rapporti tra i giovani, senza voler fornire soluzioni o facili moralismi.

Informazioni
da una collaborazione con SOS – il Telefono Azzurro ONLUS
di Stefano Filippini, Gabriele Marchioni ed Enrico Montalbani
con Matteo Bergonzoni, Gianluigi Marra e Lorenzo Monti
progetto luci di Luciano Cendou
produzione La Baracca – Testoni Ragazzi

Spettacolo
mercoledì 06 dicembre | ore 10.00

Genere
teatro d’attore

Fascia di età
scuole secondarie di primo grado

Biglietti
intero: 6 euro

IL POSTINO DI BABBO NATALE

Solo i bambini sanno che Babbo Natale legge personalmente tutte le letterine e poi, con l’aiuto di gnomi e folletti, prepara i regali da consegnare la notte di Natale.

Ma come riceve le lettere non tutti lo sanno!

Un postino speciale  viaggia per tutto il mondo a raccoglierle e le porta direttamente al Circolo Polare Artico.

Questo spettacolo è la storia del Postino che deve consegnare una lettera speciale a Babbo Natale entro la mezzanotte del 24 dicembre: lungo il suo cammino incontrerà il serpente Tobia e la Strega Balenga, pasticciona e un po’ perfida, che con i suoi sortilegi cercherà di rubare la lettera per aggiungerla alla sua pozione magica.

Ce la farà il Postino a consegnare il suo importante carico? Forse no… ma Natale è sempre pieno di sorprese!

Informazioni
di e con Claudio Milani, Elisabetta Viganò
fotografie di Paolo Luppino

Spettacolo
lunedì 11 dicembre | ore 10.00

Genere
teatro d’attore, pupazzi

Fascia di età
scuola materna e scuola primaria primo e secondo ciclo

Biglietti
intero: 6 euro

FABIO CONCATO IN CONCERTO

Un lungo viaggio dal suo esordio nel 1977 ad oggi.

In occasione dei 40 anni di carriera Fabio Concato, cantautore sensibile e profondo, eseguirà per il pubblico del Teatro Giuditta Pasta i suoi più grandi ed intramontabili successi.

Accompagnato con sensibilità e ricercatezza dagli affiatati musicisti della sua band, Fabio Concato proporrà un’esperienza carica di ricordi e di emozioni grazie anche a nuove atmosfere musicali tutte da scoprire.

Elegante ed autoironico, attento alle tematiche civili e sociali, i suoi brani sono entrati nella storia della musica d’autore italiana, rimanendo sempre attuali e cristallizzandosi nel tempo e nella memoria delle persone. Piccole grandi storie quotidiane, raccontate tra lampi d’allegria e momenti di tenerezza, nostalgia e speranza, ricordi e rivelazioni.

Un viaggio da “Domenica bestiale” a “Fiore di Maggio” da “Guido piano” a “Rosalina” passando per “051 222525”,” Sexi tango”, “O Bella bionda” fino ai singoli dell’ultimo album uscito nel 2012, “Stazione nord”, “Non smetto di aspettarti”.

Informazioni
con Ornella D’Urbano (arrangiamenti, piano e tastiere)
Gabriele Palazzi Rossi (batteria)
Stefano Casali (basso)
Larry Tomassini (chitarre)

Spettacolo
venerdì 26 gennaio | ore 21.00

Biglietti
posto unico: 30 euro
gruppi organizzati: 25 euro

spettacolo inserito nell’ABBONAMENTO CANTAUTORI.

CAMMINANDO CAMMINANDO

Live Tour

Musica che torna alle sue origini per recuperare la sua identità ed acquisire un respiro diverso alla ricerca di emozioni profonde.

Angelo Branduardi e Maurizio Fabrizio daranno prova della loro abilità nell’atmosfera intima e raccolta del teatro Giuditta Pasta.

Passando da uno strumento all’altro, dalle chitarre al violino, dai flauti al pianoforte e altro ancora, proporranno una scaletta ricca e varia.

Verranno rivisitati sia brani poco eseguiti, sia i “classici” di Branduardi che verranno reinterpretati privilegiando il sentire con l’anima, la ricerca dell’essenza vera e profonda delle cose.

Informazioni
con Angelo Branduardi e
Maurizio Fabrizio

Spettacolo
venerdì 9 marzo | ore 21.00

Biglietti | Evento speciale
posto unico: 35 euro
gruppi organizzati: 28 euro

spettacolo inserito nell’ABBONAMENTO CANTAUTORI.

 

MARKEY MONTAGUE BAPTIST MASS CHOIR

Anania “Markey” Montague è compositore, regista e insegnante di musica gospel.

Attualmente è  ministro di Musica e Belle Arti e direttore del coro per la Chiesa Battista di Salem a Omaha, Nebraska.

La vita di Markey è stata modellata dal ricco patrimonio musicale gospel della sua città natale, Chicago: infatti già all’età di quattro anni impara a suonare le percussione e poi, da autodidatta, a suonare l’organo e la tastiera, diventando un virtuoso del pianoforte. Grazie alla sua vena artistica giovane e fresca ha realizzato più di 20 lavori discografici sia come solista che come ospite in progetti altrui.

Il suo talento, sia come compositore che come interprete e solista, gli ha dato l’opportunità di collaborare con diversi artisti di rilievo del panorama gospel internazionale come Lamar Campbell, Rodnie Bryant, Kim McFarland, Vickie Winans e Richard Smallwood,
Kirk Carr, Byron Cage ed il prestigioso Mississippi Mass Choir.

Recentemente con il brano “Osannah” ha raggiunto la vetta delle classifiche USA nel circuito Gospel/Spiritual.

Line up:
Anania “Markey” Montague – piano/voce
Ceaira Dunn – voce
Cedric Nunley – voce
Pamela Westbrook – voce
Kenneth Diggs II – basso el.
Andrew Exum – batteria
TBA: 4 vocalists

Informazioni
Concerto Gospel organizzato in collaborazione con CRA FNM e Sezione Sorriso.

Spettacoli
sabato 16 dicembre | ore 21.00

Biglietti
intero: 25 euro
gruppi organizzati: 20 euro
ridotto under14: 15 euro
Spettacolo inserito nell’ABBONAMENTO MUSIC DATE.

 

 

ANDANDO, VIVENDO

Dopo il grande successo di pubblico dello scorso anno, Saule Kilaite torna sul palco del Teatro Giuditta Pasta proponendo una performance in cui musica, danza, video arte e linguaggio teatrale si fondono.

Il pubblico verrà coinvolto in un “onirico” viaggio intorno al mondo attraverso i brani celebri tratti dal repertorio di musica classica, etnica e popolare, fino ad arrivare alle pagine più conosciute della musica leggera.

La violinista performer Saule Kilaite tiene la scena introducendo ogni brano con parole, frammenti poetici, curiosità e musica.

Uno spettacolo multimediale con video scenografie sincronizzate create appositamente dallo scenografo Roland Tapì per dare a ogni brano un impatto emotivo ancora più forte.

Non aspettatevi di assistere a uno spettacolo di sola musica: “Andando, Vivendo” è molto di più. È uno show multimediale durante il quale si crea una forte interazione col pubblico in un clima ricco di emozioni.

Un percorso attraverso la fantasia, attraverso i ricordi di vita e le sensazioni di ognuno di noi.

Un viaggio da fare insieme: “perché viaggiare da soli è bello ma in compagnia è mille volte meglio”.

Informazioni
voce narrante e violino solita: Saule Kilaite
regia di Carlo Cartisano
Clarinetto: Marino Delgado Rivilla
Ballerini: Compagnia TraBallante (irish & folk dances)

Spettacolo
venerdì 16 febbraio | ore 21.00

Biglietti
posto unico: 20 euro
ridotto over70: 17 euro
gruppi organizzati: 15 euro
ridotto under26: 12 euro
Spettacolo inserito nell’ABBONAMENTO MUSIC DATE.

LA PRINCIPESSA DELLA CZARDA

Presentata al Johann Strauss Theater di Vienna nel 1915, “La Principessa della Czarda” rappresenta tutt’ora una delle operette più brillanti e di maggior fascino.

Attraversata da una vena musicale che fu ammirata anche da Puccini, scritta da Leo Stein e Bela Jenbach, sul meraviglioso spartito di Emmerich Kálmán, raccoglie al suo interno arie e duetti lirici come “L’ora d’amor” e “Aria di Sylvia” alternati a vivaci melodie quali “Ma senza donne” e “Bimba sei tutta ardore”.

La musica di Kálmán è viva e ricca, rallenta, si lascia scivolare e poi scatta scoppiettante per volare via anche grazie agli spunti offerti dalla musica tzigana che si fonde a splendidi valzer.

La vicenda, divertente e basata sul gioco degli equivoci, si dipana tra Budapest e Vienna nel 1914.

Protagonisti sono la bellissima canzonettista Sylvia Varescu e il suo amore con il principe Edvino Carlo di Lippert-Weylersheim: sentimento “impossibile” tra i due dato che il perbenismo degli ambienti asburgici non poteva assolutamente tollerare una relazione fra un nobile e una “scandalosa” donna di spettacolo.

È al ricevimento di fidanzamento ufficiale fra la contessa Stasi e lo stesso principe che Sylvia Varescu giocherà le sue carte, tra seduzione e gelosia “indotta”, nel principe Edvino, da un provvidenziale quanto finto fidanzato.

Informazioni
operetta in 3 atti di L. Stein e B. Jenbach
musiche di E. Kalman
regia Elena D’Angelo
con Elena D’Angelo: Silva Varescu; Gianfranco Cerreto: Edvino Carlo; Matteo Mazzoli: Boni Kancianu Merita Di Leo: Contessina Stasi; Gianni Versino: Feri; Carlo Randazzo: Leopoldo Maria; Maresa Pagura: Anilde; Stefano Menegale: Rohusdorff; Davide Capitanio: Demero; Paola Scapolan: Luliska
coreografie di Giada Bardelli
direttore Marcella Tessarin
orchestra e corpo di ballo Grandi Spettacoli
COMPAGNIA D’OPERETTE ELENA D’ANGELO

Spettacolo
domenica 4 febbraio | ore 15.30

Biglietti
posto unico: 28 euro
ridotto over70: 25 euro
gruppi organizzati: 22 euro
ridotto under26: 15 euro

GRAN GALÀ DELL’OPERETTA

Capodanno a teatro!

Un’atmosfera da “fin de siècle”: tra fiumi di champagne, violini tzigani e misteriose leggende di carillon e campanelli per festeggiare l’arrivo del nuovo anno!

Uno spumeggiante viaggio a ritroso nel tempo, attraverso le più note ed amate arie dell’Operetta classica e popolare: duetti, brani d’assieme e scene recitate porteranno il pubblico in un mondo da fiaba dove i protagonisti sono granduchesse e giapponesine innamorate, uomini in frac e ussari a cavallo.

Arie e duetti tratti da: Cin Ci La’, Vedova Allegra, Il Paese Dei Campanelli, La Principessa Della Czarda, Al Cavallino Bianco, Scugnizza, La Danza Delle Libellule, Madama Di Tebe, Il Paese Del Sorriso, Ballo Al Savoy….

Informazioni
regia di Elena D’Angelo
con Elena D’Angelo SOUBRETTE
Matteo Mazzoli COMICO
Francesco Tuppo TENORE
Merita Di Leo SOPRANO
direttore Marcella Tessarin
orchestra e corpo di ballo Grandi Spettacoli
direzione artistica Gianni Versino
COMPAGNIA D’OPERETTE ELENA D’ANGELO

Spettacolo
domenica 31 dicembre | ore 21.00

Biglietti
Posto unico € 50