Articoli

ALLA RISCOPERTA DEL PALCOSCENICO

#incontriamociateatro è il nuovo hashtag scelto per presentare il cartellone 2018-2019. Il Teatro Giuditta Pasta preannuncia una stagione all’insegna della riscoperta del genere teatrale in tutte le sue sfumature. Continua a leggere

Eventi

Uno spettacolo sapiente che sa andare oltre il conosciuto.

Il nuovissimo spettacolo Eureka di Kataklò Athletic Dance Theatre, firmato da Giulia Staccioli (ex ginnasta olimpica a Los Angeles ‘84 e Seul ‘88 che ha messo al servizio dell’arte la sua creatività e le sue doti acrobatiche), cerca di abbattere ogni barriera tra palco e pubblico.

Andare oltre il conosciuto, dare la possibilità a chiunque di salire sul palco o, meglio ancora, di aprire lo spettacolo. Per ogni replica di Eureka vengono, infatti, coinvolti cinque “SpettAttori”, che la rendono sempre unica, originale ed irripetibile, con la peculiarità di essere arricchita di volta in volta dall’elemento umano nuovo che apporta la propria fisicità, collaborazione, emozione e disponibilità partecipativa.

Eureka (dal greco “ho trovato”) come noto rimanda alla celebre esclamazione dell’antico matematico greco Archimede urlata, correndo nudo per la città, per celebrare e condividere con la sua gente una sorprendente scoperta appena avvenuta.

Non è un caso che il titolo del nuovo spettacolo teatrale di Kataklò si ispiri a questa vicenda: Giulia Staccioli comunica con la stessa forza del celebre scienziato la voglia di condividere con il suo pubblico la ricerca di un movimento nuovo, espressivo, intenso, teatrale, sempre immediatamente comprensibile e apprezzabile da tutti.

I due tempi dello spettacolo sono molto diversi tra loro: il primo è intenso, poetico, evocativo, quasi in bianco e nero, protagonisti il corpo e la luce; il secondo è invece colorato, energico, coinvolgente e ironico.

Eureka è uno show a quadri eterogeneo il cui cuore pulsante è rappresentato dalle straordinarietà fisiche ed espressive di 5 performer, già applauditi dagli spettatori di tutto il mondo in Puzzle.

 

Informazioni:
una creazione Kataklò Athletic Dance Theatre
ideazione, direzione artistica e regia Giulia Staccioli
coreografie Giulia Staccioli
collaborazione artistica Alberta Palmisano
performers i danzatori della Compagnia Kataklò Athletic Dance Theatre
disegno luci Marco Farneti
realizzazione elementi di scena e costumi Studenti di Scenografia Accademia di Brera Valerio Brambilla, Greta Gasparini, Erika Mazzola, Francesca Moioli, Beatrice Torresin
hanno collaborato alla sperimentazione Matteo Bittante, Salvo Manganaro, Valeria Romano, Andrea Zorzi
si ringraziano Accademia Kataklò Giulia Staccioli, DanceHaus Susanna Beltrami, Davide Petullà, Enzo Mologni
responsabile di produzione Daniela Bogo
tour manager e produzione Desirée Colarusso
produttore esecutivo Antonio MiIiani
management Emanuela Frassinella
promozione e distribuzione Progetti Dadaumpa s.r.l.

Spettacolo:
venerdì 2 marzo 2019 | ore 21.00

Biglietti:
intero: 34 euro
ridotto: 28 euro
gruppi organizzati: 26 euro
ridotto under26: 20 euro

Entra in scena il Tango Argentino di Buenos Aires e la notte si tinge delle atmosfere porteñe e della sua magica sensualità.

Ballerini e musicisti ci conducono in un viaggio dove musica e ballo si fondono andando a creare una magia carica di passione che evoca lo spirito delle milongas di Buenos Aires, aprendoci le porte del mistero dell’abbraccio nella danza.

L’abbraccio implica e racchiude in sé tutto il tango, permette a due corpi di comprendersi e conversare in un raffinato dialogo in movimento. Dialogo che si manifesta in tutta la sua potenza nell’improvvisazione, che il pubblico potrà vedere e respirare con energia in alcuni momenti dello spettacolo.

Sulle note della musica dal vivo della famosa orchestra Tango Tinto, eccezionali ballerini non mancheranno di stupire ed ammaliare, percorrendo una scorribanda negli ultimi decenni di storia del Tango. Un cammino cadenzato attraverso melodie e movimento, melodrammi di tre minuti o leggiadri valsecitos criollos, con incursioni del folclore argentino.

Uno spettacolo appassionato, un viaggio nella storia e nell’universo del tango che coinvolge ed emoziona il pubblico aprendo le porte del mistero dell’abbraccio di questa danza senza tempo!

Informazioni:
con Sabrina Concari, Mariano Allegro, Emanuela Benagiano, Michele Lobefaro, Geraldine Giudicelli, Julio Luque, Giorgia Rossello, Vito Raffanelli, L. Borromeo e A. Sosa
orchestra Tango Tinto: Barbara Varassi Pega – pianoforte; Gerardo Agnese – bandoneon; Vincenzo Albini e Virgilio Monti – contrababsso
direzione artistica: Mariella Malpeli
regia di Salvatore Loritto

Spettacolo:
venerdì 8 febbraio 2019 | ore 21.00

Biglietti:
intero: 34 euro
ridotto: 28 euro
gruppi organizzati: 26 euro
ridotto under26: 20 euro

Una serata alla scoperta delle magie della mente e della comunicazione.

Secondo Milton Erickson “ognuno di noi è molto più di ciò che pensa di essere, e sa molto più di ciò che pensa di sapere”.

Partendo da questa semplice affermazione, che suggerisce l’idea che la mente umana abbia risorse e potenzialità straordinarie, Francesco Tesei trasforma le più moderne ed efficaci tecniche di comunicazione subliminale, di mentalismo e di illusionismo psicologico, e attraverso di esse invita ad attingere dalle risorse “magiche” dell’inconscio, e ad esplorare insieme a lui mondi affascinanti, misteriosi e in continua evoluzione: i mondi della mente e della comunicazione.

Nel suo spettacolo il pubblico non è semplice spettatore, ma diventa il vero protagonista, giocando insieme a Francesco con i cinque sensi, con il pensiero, con la percezione, l’immaginazione e la comunicazione.

Francesco Tesei, come un vero e proprio “Giocoliere della mente” (da cui il titolo dello show: Mind Juggler), compie “evoluzioni ed acrobazie” con ciò che comunemente riteniamo una delle cose più intime e personali, i nostri pensieri, per poi confondere sensi e percezioni, sfiorando in maniera provocatoria temi eterni e comuni ad ogni uomo: “Cosa so di me stesso? Quanto sono libero? Cosa mi lega agli altri? Che cos’è la Realtà?”

Informazioni:
di e con Francesco Tesei
produzione Marangoni Spettacolo

Spettacolo:
venerdì 1 febbraio 2019 | ore 21.00

Biglietti:
intero: 25 euro
ridotto: 20 euro
gruppi organizzati: 16 euro
ridotto under26: 15 euro

Un incredibile viaggio di 100 minuti ai confini della realtà.

Quali sono i limiti della nostra mente? Che cosa ci è precluso? Utilizzando la filosofia propria del pensiero illusionistico viene svelato il segreto per ottenere in ogni momento della nostra vita risultati altrimenti impossibili.

L’Arte di realizzare l’Impossibile, scritto con Alessandro Marrazzo è l’ultima provocatoria produzione teatrale di Masters of Magic, sintesi di 11 anni di studi e ricerche nel campo della percezione e delle neuroscienze.

Lo spettacolo crea in ogni spettatore una nuova convinzione: il cervello è una macchina perfetta con potenzialità inespresse, basta conoscerne i segreti per realizzare l’impossibile ogni giorno.

Questa filosofia è diventata uno spettacolo teatrale dove la magia ne è sia fil rouge che effetto speciale.

In “Inganni – Manuale di difesa”, queste tecniche diventano spettacolo svelando come difendersi dagli attacchi cui è quotidianamente vittima la nostra mente: dall’amore alla politica, dal marketing all’informazione, siamo tutti condizionati. Nessuno escluso.

Una spettacolare palestra in cui gli spettatori si eserciteranno insieme all’artista ad abolire il non si può fare dal proprio stile di vita per imparare a trovare la strada giusta che porta alla realizzazione dell’impossibile.

Informazioni:
di e con Walter Rolfo
regia di Alessandro Marrazzo

Spettacolo:
venerdì 18 gennaio 2019 | ore 21.00

Biglietti:
intero: 25 euro
ridotto: 20 euro
gruppi organizzati: 16 euro
ridotto under26: 15 euro