Articoli

A San Valentino scegli originalità, intimità e qualità

cena più spettacolo in una location unica e suggestiva: il Foyer

Continua a leggere

Davide Enia evoca, con la sola potenza della parola accompagnata dalla musica e dai gesti, il dramma attualissimo che attraversa il Mediterraneo.

La scena è sobria: due sedie, due bottiglie d’acqua, varie chitarre, luci. Continua a leggere

ALLA RISCOPERTA DEL PALCOSCENICO

#incontriamociateatro è il nuovo hashtag scelto per presentare il cartellone 2018-2019. Il Teatro Giuditta Pasta preannuncia una stagione all’insegna della riscoperta del genere teatrale in tutte le sue sfumature. Continua a leggere

Eventi

Dopo i sold out della appena conclusa tournée invernale di “Play”, lo spettacolo simbolo di Giulia Staccioli che ha portato il successo internazionale della compagnia Kataklò Athletic Dance Theatre, torna in Italia per due date d’eccezione Eureka l’ultima produzione del gruppo.

Eureka (dal greco “ho trovato”) rimanda alla celebre esclamazione del matematico greco Archimede, urlata per celebrare e condividere con la sua gente una sorprendente scoperta appena avvenuta.

Anche Giulia Staccioli comunica con la stessa forza dell’antico scienziato la sua rielaborata e inedita visione di Idea e condivide con il suo pubblico la ricerca di un movimento nuovo, espressivo, intenso, teatrale, sempre immediatamente comprensibile e apprezzabile da tutti.

I due tempi dello spettacolo sono molto diversi tra loro: il primo è intenso, poetico, evocativo, quasi in bianco e nero, protagonisti il corpo e la luce; il secondo è colorato, energico, coinvolgente e ironico.
Eureka è uno show a quadri il cui cuore pulsante è rappresentato dalle straordinarietà fisiche ed espressive di 5 performer, già applauditi dagli spettatori italiani nella recentissima tournée di Play.

I giovani performer in questo spettacolo hanno tuttavia una nuova responsabilità e una spettacolare difficoltà da gestire: quella di condividere il palco con 5 comparse del pubblico desiderose di far parte in modo attivo e performativo alla riuscita dello show.

I 5 SpettATTORI diventano così, ad ogni replica, dei componenti unici ed originali per la messa in scena di quell’Idea straordinaria che Staccioli vuole regalare.

La partecipazione delle comparse – cui non è richiesta alcuna preparazione atletica o teatrale specifica – sarà gestita e guidata dalla compagnia in collaborazione con il teatro alcuni giorni prima del debutto. Alla stessa Staccioli il compito di istruirle ogni sera su ruoli e compiti due ore prima dell’inizio dello show.

Eureka è compartecipazione di un’esperienza vissuta, è complicità tra teatro e azione, è collaborazione generosa tra le parti, è una gioia per gli occhi e un’arte al servizio della partecipazione umana duratura.

I giovani performers sono tutti provenienti dal percorso formativo di Accademia Kataklò Giulia Staccioli, la prima accademia di formazione e avviamento professionale dedicata a performer di Athletic Dance Theatre, nata a Milano nel 2010 all’interno di DanceHaus Susanna Beltrami.

 

Informazioni:
una creazione Kataklò Athletic Dance Theatre
coreografie, ideazione, direzione artistica e regia Giulia Staccioli
collaborazione artistica Alberta Palmisano
performer Kataklò Athletic Dance Theatre
disegno luci Marco Farneti
musiche autori vari
realizzazione elementi di scena e costumi Studenti di Scenografia Accademia di Brera Valerio Brambilla, Greta Gasparini, Erika Mazzola, Francesca Moioli, Beatrice Torresin
hanno collaborato alla sperimentazione Matteo Bittante, Salvo Manganaro, Valeria Romano, Andrea Zorzi
si ringraziano Accademia Kataklò Giulia Staccioli, DanceHaus Susanna Beltrami, Davide Petullà, Enzo Mologni
responsabile di produzione Daniela Bogo
tour manager e produzione Desirée Colarusso
produttore esecutivo Antonio MiIiani
management Emanuela Frassinella
promozione e distribuzione Progetti Dadaumpa s.r.l.

Spettacolo:
venerdì 2 marzo 2019 | ore 21.00

Biglietti:
intero: 34 euro
ridotto: 28 euro
gruppi organizzati: 26 euro
ridotto under26: 20 euro

Entra in scena il Tango Argentino di Buenos Aires e la notte si tinge delle atmosfere porteñe e della sua magica sensualità.

Ballerini e musicisti ci conducono in un viaggio dove musica e ballo si fondono andando a creare una magia carica di passione che evoca lo spirito delle milongas di Buenos Aires, aprendoci le porte del mistero dell’abbraccio nella danza.

L’abbraccio implica e racchiude in sé tutto il tango, permette a due corpi di comprendersi e conversare in un raffinato dialogo in movimento. Dialogo che si manifesta in tutta la sua potenza nell’improvvisazione, che il pubblico potrà vedere e respirare con energia in alcuni momenti dello spettacolo.

Sulle note della musica dal vivo della famosa orchestra Tango Tinto, eccezionali ballerini non mancheranno di stupire ed ammaliare, percorrendo una scorribanda negli ultimi decenni di storia del Tango. Un cammino cadenzato attraverso melodie e movimento, melodrammi di tre minuti o leggiadri valsecitos criollos, con incursioni del folclore argentino.

Uno spettacolo appassionato, un viaggio nella storia e nell’universo del tango che coinvolge ed emoziona il pubblico aprendo le porte del mistero dell’abbraccio di questa danza senza tempo!

Informazioni:
con Sabrina Concari, Mariano Allegro, Emanuela Benagiano, Michele Lobefaro, Geraldine Giudicelli, Julio Luque, Irene Moraglio, Patrice Meissirel, Laura Borromeo, Hernan Brusa
orchestra Tango Tinto: Barbara Varassi Pega – pianoforte; Gerardo Agnese – bandoneon; Vincenzo Albini e Virgilio Monti – contrababsso
direzione artistica: Mariella Malpeli
regia di Salvatore Loritto

Spettacolo:
venerdì 8 febbraio 2019 | ore 21.00

Biglietti:
intero: 34 euro
ridotto: 28 euro
gruppi organizzati: 26 euro
ridotto under26: 20 euro

Una serata alla scoperta delle magie della mente e della comunicazione.

Secondo Milton Erickson “ognuno di noi è molto più di ciò che pensa di essere, e sa molto più di ciò che pensa di sapere”.

Partendo da questa semplice affermazione, che suggerisce l’idea che la mente umana abbia risorse e potenzialità straordinarie, Francesco Tesei trasforma le più moderne ed efficaci tecniche di comunicazione subliminale, di mentalismo e di illusionismo psicologico, e attraverso di esse invita ad attingere dalle risorse “magiche” dell’inconscio, e ad esplorare insieme a lui mondi affascinanti, misteriosi e in continua evoluzione: i mondi della mente e della comunicazione.

Nel suo spettacolo il pubblico non è semplice spettatore, ma diventa il vero protagonista, giocando insieme a Francesco con i cinque sensi, con il pensiero, con la percezione, l’immaginazione e la comunicazione.

Francesco Tesei, come un vero e proprio “Giocoliere della mente” (da cui il titolo dello show: Mind Juggler), compie “evoluzioni ed acrobazie” con ciò che comunemente riteniamo una delle cose più intime e personali, i nostri pensieri, per poi confondere sensi e percezioni, sfiorando in maniera provocatoria temi eterni e comuni ad ogni uomo: “Cosa so di me stesso? Quanto sono libero? Cosa mi lega agli altri? Che cos’è la Realtà?”

Informazioni:
di e con Francesco Tesei
produzione Marangoni Spettacolo

Spettacolo:
venerdì 1 febbraio 2019 | ore 21.00

Biglietti:
intero: 25 euro
ridotto: 20 euro
gruppi organizzati: 16 euro
ridotto under26: 15 euro

Un incredibile viaggio di 100 minuti ai confini della realtà.

Quali sono i limiti della nostra mente? Che cosa ci è precluso?

Utilizzando la filosofia propria del pensiero illusionistico viene svelato il segreto per ottenere nella nostra vita risultati altrimenti impossibili.

L’Arte di realizzare l’Impossibile, scritto con Alessandro Marrazzo, è una sintesi di 11 anni di studi e ricerche nel campo della percezione e delle neuroscienze. Lo spettacolo crea in ogni spettatore una nuova convinzione: il cervello è una macchina perfetta con potenzialità inespresse, basta conoscerne i segreti.

Questa filosofia è diventata uno spettacolo teatrale dove la magia ne è sia fil rouge che effetto speciale. Una formidabile palestra in cui gli spettatori si eserciteranno insieme Walter Rolfo, campione nel campo dell’illusionismo, ad abolire il “non si può fare” dal proprio stile di vita per imparare a trovare la strada giusta che porta alla realizzazione dell’impossibile.

Cenni biografici

WALTER ROLFO, prestigiatore, presentatore, formatore, giornalista e autore televisivo, è laureato in Ingegneria al Politecnico di Torino.

È stato invitato a tenere lo speech conclusivo dell’edizione 2013 del TEDx Trastevere ed è Detentore di tre Guinness World Record ottenuti nel campo dell’illusionismo.

Coach ed esperto in processi percettivi, unisce creatività e innovazione, legate alle sue radici nel pensiero filosofico illusionistico, alla razionalità del pensiero costruttivo, derivante dalla sua formazione ingegneristica.

Autore, conduttore e produttore televisivo per Rai, Mediaset e Sky, con più di 1.000 programmi all’attivo, è fondatore e presidente di Masters of Magic, una società di consulenza nel campo del management e della comunicazione.

È consulente di grandi aziende e coordinatore didattico e docente del Master «Emozioni, percezione e l’arte dell’impossibile» alla Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano.

Informazioni:
di e con Walter Rolfo
regia di Alessandro Marrazzo
produzione MASTERS OF MAGIC
in collaborazione con DUEPUNTI SRL

Spettacolo:
venerdì 18 gennaio 2019 | ore 21.00

Biglietti:
intero: 25 euro
ridotto: 20 euro
gruppi organizzati: 16 euro
ridotto under26: 15 euro